Piani Comunali di Protezione Civile Unione Val Nure - Val Chero

Post date: Nov 5, 2016 1:00:46 PM

Nella giornata odierna abbiamo provveduto ad inserire nel nostro sito i link di rimando ai piani comunali di protezione civile dei comuni dell'Unione Val Nure - Val Chero visualizzabili qui.

Ricordiamo che il Piano Comunale di Protezione Civile non sono solo documenti da addetti ai lavori ma un importante strumento per la cittadinanza per prendere conoscenza ed essere informata sui potenziali rischi del proprio territorio e prendere in adeguata misura anche le necessarie tutele di autoprotezione in caso di allerte ed emergenze.

Le tavole dei Piani Comunali sono inoltre utili strumenti per conoscere dove sono disposte le aree di accoglienza e i centri di gestione dell'emergenza.

Leggi anche Cosa Fare In Caso Di Emergenza

Cosa è il Piano Comunale di Protezione Civile

Il Piano di Emergenza Comunale individua e presenta, a livello locale, l’insieme delle azioni di protezione civile necessarie per far fronte al verificarsi di un evento emergenziale.

In particolare, il piano dettaglia gli obiettivi, i tempi, i soggetti e le procedure necessarie per garantire una risposta all’emergenza tempestiva e coordinata. Per far ciò, il piano offre, prima di tutto, una classificazione dei rischi ai quali il territorio è esposto, analizzandone vulnerabilità ed esposizione rispetto ad ogni possibile minaccia..

Il piano ha lo scopo di individuare delle strategie di intervento studiate in base alle peculiarità della realtà locale e calibrate sulle risorse delle strutture di protezione civile operanti in loco. Proprio in base a tali strategie, il piano organizza le strutture chiamate in causa dall’emergenza per mezzo di una “catena di comando” inequivocabile. Analizzando una per una le principali minacce, viene, così, stabilito chi decide, secondo quali modelli d’intervento, le procedure da seguire e dove si dovranno trovare i luoghi di coordinamento.

Il piano, inoltre, deve censire tutte le risorse, i mezzi e le tecnonogie disponibili sul territorio in caso di emergenza. Avere un quadro preciso delle risorse professionali e materiali, pubbliche e private, utilizzabili in caso di evento emergenziale, richiede un costante lavoro di aggiornamento del documento. Spesso, inoltre, il territorio è soggetto a rapidi mutamenti, soprattutto urbanistici, che potrebbero alterare la validità delle analisi che il piano presenta. Anche per questo, il Piano di Emergenza Comunale resta uno strumento valido se viene periodicamente e metodicamente rivisto e modificato in base al mutare degli scenari di rischio.

Va sottolineata, infine, la funzione pubblica del piano. Non si tratta semplicemente di uno strumento tecnico, riservato agli addetti ai lavori. Il documento, al contrario, deve essere adeguatamente diffuso tra la cittadinanza tanto per sensibilizzare i cittadini verso i rischi della realtà locale, quanto e soprattutto per informare e diffondere conoscenza anche nel campo della gestione del rischio.